ISFES-SCG

Centro Scienze Umane - Istituto Superiore Esperti Scrittura

CORSO 4 (in attesa di riconoscimento MIUR)

Il processo negoziale a scuola. Stili di gestione del conflitto

 

TITOLO /INTRODUZIONE

Il processo negoziale a scuola. Stili di gestione del conflitto.

Le dinamiche conflittuali che si verificano, in più ambiti, nel contesto scolastico, possono rendere faticoso lo svolgimento delle attività didattiche, amministrative, gestionali. D’altra parte il conflitto è un aspetto necessario e vitale nelle relazioni, perché permette di dare forma alle differenze individuali, anzi il conflitto è parte della relazione. Nel conflitto si può apprendere a considerare un punto di vista diverso dal proprio, ad ampliare il proprio campo di comprensione della realtà. Ciò che conta, quindi, non è evitare il conflitto, ma imparare ad attraversarlo, in modo tale da riuscire a mantenere le relazioni anche quando non ci si trova d’accordo. La negoziazione è appunto una modalità di approccio efficace alla gestione positiva dei conflitti. Il suo obiettivo è quello di condurre le parti in disaccordo ad individuare una soluzione mediatrice (senza vincitori ne’ vinti), accettabile e soddisfacente per entrambe.

FINALITA’/OBIETTIVI

 

 

 

 

 

 

 

Fornire un’approfondita conoscenza delle competenze comunicative della risoluzione dei conflitti e della conduzione di gruppi di lavoro in ambito formativo e professionale scolastico. Gli obiettivi formativi sono finalizzati a:

  • Far conoscere i presupposti teorici e le tecniche della mediazione
  • Sviluppare la consapevolezza che il conflitto non è solo disfunzionale, ma può essere valutato anche nelle implicazioni positive, come occasione di trasformazione.
  • Sperimentare e potenziare le capacità utili ad affrontare tutti i sentimenti e le emozioni tipiche del conflitto
  • Comprendere le modalità di comunicazione che permettano lo scambio produttivo fra le persone
  • Riflettere sull'auto-efficacia nel far emergere soluzioni nuove e durevoli per la soluzione dei conflitti e sulle possibili aree di miglioramento
  • Sviluppare capacità di ascolto nelle situazioni di conflittualità

METODOLOGIA

Lezioni frontali, dialogo critico a coppie e in piccoli gruppi, role playing, drammatizzazione. Spunti di riflessione a partire da spezzoni cinematografici

PROGRAMMA DEI LAVORI / PERIODO

Cinque incontri il Sabato (ore 9 – ore 13). Monte ore totale 20. (Saranno quanto prima fornite le singole date)

RESPONSABILI CENTRO

Silvana Bevilacqua - Grazia Crepaldi

COORDINAMENTO CORSO

Luisella Bergeretti

RELATORI

1 Luisella Bergeretti docente di filosofia, counselor, formatrice

2 Sonia Ferrero psicologa, insegnante

DESTINATARI DEL CORSO

 

Insegnanti della Scuola Primaria e Secondaria di primo e secondo grado

Numero minimo partecipanti: 10; numero massimo partecipanti: 30

SEDE

QUOTA

Hotel Genio, c/so Vittorio Emanuele II°, 47 – 10100 Torino

Euro 350,00

 Per informazioni scrivi un messaggio alla Segreteria del Centro ISFES-SCG

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo